I difetti visivi

Il nostro sistema visivo funziona più o meno come una cinepresa. La messa a fuoco è assicurata dall'insieme di due lenti naturali, la cornea ed il cristallino, che rappresentano l’obiettivo e l'oculare; tra le due lenti agisce l'iride, l'anello colorato che delimita la pupilla al centro e che, come il diaframma automatico della telecamera, regola la quantità di luce che entra dentro l'occhio.

In un occhio normale i raggi luminosi, nella visione da lontano, convergono sullo strato pigmentato della retina per formare un'immagine a fuoco. L'immagine viene letta dalla nostra retina con un numero infinito di cellule sensoriali puntiformi e quindi trasmessa attraverso il nervo ottico al cervello che elabora le informazioni visive provenienti dai due occhi unendole in un'unica impressione visiva.

In questo processo, non sempre tutto va per il meglio, in quanto possono esserci "incidenti di percorso" dovuti ai cosiddeti difetti visivi. Di seguito alcuni cenni per imparare a conoscere meglio i più diffusi difetti che possono impedire una visione ottimale.