MIOPIA

 

Cos’è


La miopia è il difetto visivo più frequente in Italia così come in tutto il mondo occidentale: circa il 25% della popolazione in questione ha, infatti, difficoltà dei visione da lontano; quanto maggiore è l'entità del difetto, tanto gli oggetti distanti appaiono più indistinti e annebbiati.

Sulla base dell'entità del difetto, la miopia viene distinta in

Lieve (fino a 4 diottrie),

Media (da 4 a 9 diottrie)

Elevata (oltre le 9 diottrie).

 

Le Cause


La causa più comune è il bulbo oculare più lungo del normale: i raggi luminosi vengono focalizzati al di qua della retina e le immagini risultano annebbiate. In alcuni casi può essere causata dalla curvatura del cristallino maggiore della norma o un potere refrattivo del cristallino maggiorato (il cristallino è più potente della norma)

 

Sintomi


Gli affetti da miopia strizzano gli occhi e  socchiudono le palpebre per cercare di mettere a fuoco gli oggetti lontani. Maggiore è il difetto visivo, minore è la distanza alla quale si vede bene. La miopia misura in diottrie; se a una persona mancano 3 diottrie all'occhio destro, significa che con quell'occhio riesce a vedere da 7 metri qualcosa che una persona non miope vede bene da 10 metri di distanza.

 

Prevenzione


La miopia non si può prevenire e può essere legata anche a fattori ereditari: se uno o entrambi i genitori sono miopi è più probabile che lo siano anche i figli. Solo una diagnosi precoce e l’utilizzo dei mezzi necessari alla correzione, possono evitare la degenerazione del difetto

 

Il Trattamento


Tradizionalmente la miopia richiede lenti correttive (occhiali o lenti a contatto).

 


L'ASTIGMATISMO - L'IPERMETROPIA - LA PRESBIOPIA - OCCHIO SECCO